DOMANDE FREQUENTI - ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

Vai ai contenuti

Menu principale:

DOMANDE FREQUENTI



C'è l'obbligo di pagare l'assicurazione scolastica?

No, l'assicurazione scolastica è facoltativa; tuttavia la normativa ne impone l'obbligo per i viaggi d'istruzione (R.C.). Si ricorda, inoltre, che, in caso di infortunio o danno subito da un alunno a causa di un altro alunno, l'assicurazione regionale non prevede risarcimento poiché non include la responsabilità civile. PER SAPERNE DI PIU'


In cosa consiste il contributo volontario?

Consiste nella possibilità da parte dei genitori di concorrere "volontariamente" attraverso un contributo finanziario da versare unicamente sul c/c postale della scuola per l'acquisto dei sussidi didattici o comunque a sostegno dell'attività scolastica.


 
Quando è possibile iscrivere un alunno?

L'iscrizione si effettua generalmente nel mese di gennaio; la Dirigenza informa i genitori tramite lettera circolare resa disponibile anche su questo sito internet. L'iscrizione è, comunque, possibile in ogni momento dell'anno scolastico. E' necessario sapere che, nella scuola dell'infanzia, la possibilità di accogliere un nuovo alunno ad anno in corso è subordinata alla disponibilità di posti.


Se il numero di iscrizioni supera la disponibilità di posti, quali criteri utilizza questa  scuola per formare le classi/sezioni?

Questo Istituto ha stabilito diversi criteri a seconda dell'ordine di scuola (infanzia, primaria, secondaria 1° grado) rinvenibili sul REGOLAMENTO INTERNO (art 1 lett A,B,C,D)

 
Quando inizia e finisce l'anno scolastico?

Per anno scolastico si intende il periodo compreso tra il 1° settembre e il 31 agosto dell'anno successivo. Relativamente all'attività didattica è ciascuna Regione che fissa annualmente l'inizio, la fine e i periodi di sospensione per le festività (calendario scolastico). Nella scuola d'infanzia le lezioni terminano sempre il 30 giugno.


Dopo quanti giorni di assenza è necessario portare il certificato medico?
In caso di assenze superiori a 7 giorni, in carta semplice, attestante la buona salute.

Le assenze possono invalidare l'anno scolastico?

Nella scuola secondaria di 1°grado SI. Ai fini della validazione dell'anno scolastico gli alunni devono frequentare almeno i tre quarti dell'orario scolastico scelto dai genitori all'atto di iscrizione.
Nella scuola primaria non vi è questa norma; tuttavia, le assenze, se ripetute e non giustificate, possono comportare il venir meno dell'obbligo scolastico.
Nella scuola dell'infanzia (non obbligatoria) l'assenza non giustificata per oltre 30 giorni consecutivi comporta il depennamento dell'alunno.


A chi compete l'erogazione del servizio mensa?
All 'Amm.ne comunale che stipula convenzione con apposita ditta.

 
Quali sono i criteri di controllo "mensa scolastica" predisposti dalla scuola?

I sistemi di controllo prevedono due tipi di segnalazione di disfunzioni a seconda che il problema rilevato sia organizzativo oppure legato agli alimenti serviti. In quest'ultimo caso si dovrà contattare telefonicamente l'Ufficio di igiene dell'AUSL di competenza. PER SAPERNE DI PIU'


E' possibile somministrare farmaci ad alunni nei locali scolastici da arte del personale?

Le procedure di somministrazione  farmaci in orario scolastico sono regolate dal REGOLAMENTO INTERNO (art. 2/q).  


I genitori possono partecipare ai viaggi d'istruzione?
SI. Seguire quanto stabilito dal REGOLAMENTO INTERNO (art. 5 lett. c n. 2)
 
 
Come sono informati i genitori del rendimento scolastico e del comportamento degli alunni?

SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO La valutazione viene comunicata attraverso la "scheda di valutazione" quadrimestrale (febbraio/giugno).
Dall'a.s. 2014/15 verrà consegnata ai genitori la password per l'accesso al registro elettronico mediante cui saranno consultabili le verifiche, le assenze e le eventuali annotazioni disciplinari. Per chiedere informazioni più specifiche in ordine alle singole discipline occorre rivolgersi direttamente ai docenti interessati secondo L'ORARIO DI RICEVIMENTO SETTIMANALE.
SCUOLA PRIMARIA la valutazione viene comunicata attraverso la "scheda di valutazione" quadrimestrale (febbraio/giugno) e nei previsti colloqui con i genitori. Questi ultimi, inoltre, possono richiedere specifiche informazioni ai docenti interessati chiedendo loro un appuntamento da svolgersi in orario non coincidente con le lezioni.
SCUOLA DELL'INFANZIA la valutazione, che in questo ordinamento ha profili meno formali, viene comunicata attraverso una "scheda di valutazione" consegnata a fine anno scolastico per i soli alunni di cinque anni.


 
In cosa consistono i corsi extrascolastici?

Consistono in attività che vengono svolte oltre il normale orario scolastico dell'alunno. I corsi sono parte integrante del Piano dell'Offerta Formativa (POF). Generalmente il Dirigente Scolastico presenta il piano delle attività nel periodo dicembre/gennaio.
Per saperne di più si può consultare la pagina EXTRASCUOLA dove sono reperibili anche i moduli di iscrizione.


 
Quali sono le principali competenze dei rappresentanti genitori nei consigli  di classe, interclasse, intersezione?
- Formulare, d'intesa con i docenti, proposte educativo-didattiche da presentare al Collegio dei docenti;
- Concorrere alla definizione del piano delle visite guidate e viaggi d'istruzione;
- Concorrere alla scelta dei libri di testo (scuola primaria e secondaria di 1° grado).
PER SAPERNE DI PIU'

Quali sono i principali documenti  che riguardano l'attività scolastica?

- IL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA che contiene tra l'altro tutti i progetti didattici che si intendono realizzare nel corso dell'anno scolastico. Viene illustrato nelle sue linee guida dal Dirigente Scolastico nelle conferenze di settembre prima dell'inizio delle attività didattiche e, successivamente, generalmente a dicembre/gennaio nella sua stesura definitiva.
Il , inoltre, è reso disponibile su questo sito.


 
A chi compete l'assegnazione delle ore di sostegno per gli alunni disabili?

La distribuzione delle ore di sostegno viene effettuata dal GLH di Istituto (gruppo di lavoro "h"), organo collegiale costituito da diversi membri rappresentativi della componente docente, ATA, genitoriale, Ente locale, AUSL.



Esperti esterni e/o associazioni possono presentare proposte progettuali?
Si. Se le attività prevedono dei costi è necessario conoscere quanto stabilito dal REGOLAMENTO INTERNO (art. 10  pag. 15)






 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu